in cerca della mia ordinaria follia

rovisto dentro me,

ricerca quasi spasmodica

di quell’ordinaria follia,

nascosta negli angoli,

camuffata  cosi bene da una straordinaria noia,

so che c’è, in mezzo a mille cose di me,

è dove meno mi aspetto di trovarla,

negli angoli apparentemente bui,

nei miei sorrisi stiracchiati,

è nel fondo dei miei occhi,

la cerco perchè sento che c’è

follia animale, tenuta a bada dalla mia razionalità assasina

deturpata nella sua natura da un tiranno chiamato controllo,

chiamato rigore…

sta cercando la strada per passare,  

 

 

attraverso le mie mani, attarverso i miei pensieri,

si sta liberando da quelle catene, la mia follia quella che amo di me,

quella che mi fa gridare,

quella che mi fa essere fuori,

quella che mi rende felice di esistere in mille modi,

in ogni piccolo gesto, in un pensiero, un bacio spontaneo, un idea,

un vestito, un fiore raccolto in un giardino,

una foto che m’incanta lo sguardo,

un particolare, un raggio di sole che mi illumina,

una canzone che mi va di cantare..

e smetterla di pensare,

ogni volta, e cercare e vivere  

quella leggera  follia che si trova nel niente

che c’è e che non si manda via…

dove sei,

piccola ed ingenua follia di innamorarsi di un gesto,

di una mano, una parola, un rumore…

So che c’è questa mia follia, è in me ………..

 

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  

7 commenti su “in cerca della mia ordinaria follia”

  1. la mia follia, ogni istante con me, a volte è lucida e a volte è malata, ma fa parte di me, io non controllo, esondo e porto via con me tutto e tutti. Non sempre è positivo questo almeno sopravvivo

  2. Di solito dicono che traspare ciò che siamo. Dalle tue parole c’è molta comumnicatività positiva. E sicuramente la tua follia saprà esplodere per la gioia di chi ti sta intorno.

    Ciao

    Lay

  3. grazie per il commento da me.

    ho letto il tuo post…e cosa mi hai fatto pensare?

    ad una canzone…perfetta con le parole ed i pensieri che ho letto: battito animale.

    “quell’ istinto naturale che c’è in te, dentro te

    batte e ribatte che sa di tribale e il nostro essere naturale che batte batte batte e si ribella a questa nostra vita

    e al mondo che ci ha cambiati molto si,

    ma non fino in fondo no no non passa

    e allora batte batte

    batte interminatamente è il battito animale che è nella gente e se lo vuoi ascoltare ti dirà; no no non passa.

    abbiamo un battito che batte come un martello pneumatico in noi ma se lo controlli col senno di poi non batterà mai

    abbiamo un battito sano che ci prende la mano come una moto che va…..

    non la scrivo tutta…ma nella tua “follia” così come l’hai descritta, io ci trovo tutta la forza del battito di un cuore grande.

    bacio a te

    butterfly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *