l’alba non è una cosa da vivere da soli

ci sono albe che avrei voluto guardare da dietro la tua schiena, mentre il tuo respiro si faceva più forte e meno regolare, mentre il giorno stava per arrivare, ma quel tempo non era  concesso, l’alba ci trovava sulla porta, l’alba ci accompagnava per strada. L’alba non ha senso vista da soli, è solo un  momento di malinconia, un ora in cui è normale dormire, per non pensare, è l’ora del mascara che cola quando rientri da una notte di giri e locali, e degli occhi che si aprono  a fatica quando sei costretto a partire presto.. è innaturale farsi sorprendere svegli , non serve se non hai un paio di braccia grandi in cui rifugiarsi,  fa incazzare quando per sbaglio la sfiori e potresti ancora dormire, l’alba non è clemente con chi ha il cuore sensibile, lo aggredisce.. ..l’alba è stronza ti risveglia sogni mancati,  gesti perduti, l’alba fa rumore nell’anima e scuote i ricordi, ti riporta a chi non puoi chiamare, a chi non vuoi, ai baci negati, a quelli mancati a quelli rifiutati… l’alba non è cosa da vivere da soli… e quando rientro  appena prima di quell’ora, chiudo le imposte che non passi, mi illudo che sia ancora notte, mi illudo che sia ancora possibile sognare… mi illudo che ci sia tempo, tutto il tempo per vagare protetta dal buio della notte sotto lo sguardo benevole della luna…

Spread the love
  • 1
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *