ma che palle !!

Si, si, che palle care amiche… io oggi sono proprio in vena… Ho voglia di fare sesso… ecco l’ho detto… non è da me, forse non si addice ad un impiegata modello, ad una mamma perfettina, ad una moglie fredda … ad una persona NEGATIVA… ma cazzo, io ho voglia di fare sesso e solo con te! ma tu non capisci e allora… mi rassegno…. ?! Non so, non credo di potermi rassegnare… Io ti voglio, voglio te ed il tuo… bel Cazzo!! te l’ho detto adesso… ma chissà se mai mi incontrerai qui… non penso , comunque dovevo gridarlo e non mi sembrava il caso di farlo dalla finestra, forse mi sentivi meglio, ma insomma un po’ di ritegno!!!

Lasciarsi… o continuare a stare insieme?

Bel dilemmma, si proprio… sono alla frutta, o forse anche al caffè…ma non so come muovermi… e come muovere la mia coscienza….si insomma dopo 10 anni di vita insieme.. o meglio 15… che fare? quando ti accorgi che non hai più voglia di tirare il carro…. ti far si’ che tutto vada bene… quando la persona che hai accanto non ti piace più ne’ fisicamente (banale), ne’ cartterialmente, ne’ tantomeno sessualmente… che dire… boh.. c’è proprio qualcosa che non va, e allora lascialo… mi dico… ma non è facile, non lo è per un sacco di cose, non lo è perchè forse non sono coraggiosa… non lo è e basta… vorrei tanto che arrivasse qualcuno a dirmi cosa devo fare, ma so che non arriverà nessuno mai… sono io e solo io che ho il potere di decidere… in qualunque direzione vada è difficile… si insomma lo lascio… intanto glielo devo dire.. e lui minaccerà il suicidio… sicuro… poi mi devo organizzare .. un posto dove andare, devo avere la forza di sopportare tutti i discorsi della gente… (di chi non è dentro e non capisce che se siamo a questo punto è perchè tutto quello che prima non volevo vedere, adesso lo guardo tutti i giorni….insomma non mi sono svegliata stamani ed ho detto bene è finita….è da molto, anzi troppo che ci penso…), devo fare i conti..(assurdo? mah con i tempi che corrono nemmeno più di tanto!)e poi devo tener conto della solitudine, perchè di sicuro ci sarà la frenesia iniziale… la voglia di uscire e conoscere gente… ma poi tutto iventa routine… e allora sono un essere solitario ed indvidualista, ma ogni tanto amo la compagnia, la spalla su cui riposare le braccia aperte ad accogliermi…
Invece se resta tutto così? bene mi rassegno ed inizio a pensare che questa è la miglior vita che ci sia, che sono felice così, che la felicità si trova tutti i giorni in piccoli gesti, che infondo, lui è un uomo, io una donna…che del bel sesso se ne può fare a meno, che delle parole anche… che se non si dice mai niente di interessante è la stessa… che se esco e non faccio altro che guardare gli altri… è normale, che se la sera non voglio rientrare a casa è normale succede… insomma se mi guardo allo specchio mi piaccio… e se mi vedo con lui, molto meno…. che ….faccio

L’anima invasa da te…

Si stamani non posso far altro che scrivere, e scrivere, ascoltare la mia anima e curare le ferite del mio cuore, un cuore giovane, ma provato da una vita piena di salite, di strade sbagliate, di convinzioni…
un cuore tenuto per anni in disuso e rispolverato qualche tempo fa, lasciato brillare.. ancora luminoso, pulsare forte e sicuro…e tutto questo perchè, te mi sei entrato nell’anima, in punta di piedi, ed io ti ho lasciato entrare, poco per volta, prima, ma poi ti ho spalancato le porte di me e tu hai fatto da padrone….bello, bellissimo!
Purtroppo sono una che sguazza nei sentimenti e nelle emozoni, ed ora che mi guardi e mi parli come ad un amica qualunque… mi svuoti l’anima, anche se la tua compagnia è sempre piacevole…ma sai quando uno dopo tanto tempo ha sentito scorrere dinuovo il sangue nelle vene… fermarlo fa male, è difficile,tutto si fa, ma è così, ci vuole tempo e forse mi dovrò rassegnare…ma nella mia anima ci sarà sempre una poltrona rossa di velluto riservata a te che sei e rimarrai per sempre il principe…!

Principe…non sarà azzurro, ma è un principe

Chi è il principe, il principe è quell’uomo stupendo che ti fa impazzire ti piace da matti e lui… un giorno arriva sicuro di se, senza chiedere, si prende ciò che vuole, pronto anche a rinunciarci, magari, ma lui può permettersi di arrivare con il suo cavallo bianco, travolgerti e portarti nel suo castello, senza dire una parola, farti sentire il massimo e rapirti l’anima, questo è il principe, colui che ha stampato nel suo DNA il portamento regale, colui che ha gli occhi color del cielo e dentro un anima allegra, serena e solare… un sorriso dolce e sempre pronto…. è colui che si può permettere di essere anche un gran bastardo, perchè lo fa onestamente… il principe è il principe….e anche se non sarà azzurro, sempre principe rimane…!!!
Questa è per te, unico raggio di sole nella tristezza di un brutto periodo della mia vita, mi hai fatto sognare e volare… ti vorrei ancora, ma chissà!!

Non riesco proprio a capire…

Come si può decidere di uccidersi a 21 anni?
Io non so come si possa fare questo, qualunque sia il motivo non penso ci sia niente di così infinitamente importante per decidere di togliersila vita, e non perchè non capisco le sofferenze interiori della gente… assolutamente, ma non rieco a comprendere perchè uno decida di non vivere più, a 20anni, poi, senza problemi di salute, insomma perchè?
La vita è qualcosa di grandioso, solo per il fatto di essere… di esserci, e certo a volte le giornate sono nere, i periodi sono neri, ti senti la tristezza che ti attanaglia il cuore, ma poi infondo c’è la curiosità di andare avanti, qualcosa di bello sicuramente è in serbo per noi, forse ci costerà fatica arrivarci, ma è questa la cosa bella, è così che deve essere la vita, il tutto e subito non esiste.
Forse a volte manca il coraggio per andare avanti, a volte è più comodo decidere di farla finita… forse sarò spietata, ma è così… non si può… ma perchè tanto disinteresse per questa linfa che scorre nelle vene… ma pensiamoanche a chi vorrebbe avere la possibilità di vivere tutto quanto e non può, e non gli è concesso dal boia del male… ma che cavolo… pensiamo a quanto è ingiusto!!!!!!

Amami!

Amami, se puoi,
amami con passione, con dolcezza, con fantasia.
Amami, fallo adesso,
non importa il come, il dove,
qui va bene,comunque…
sazia la voglia che ho di te,
placa la mia ansia,
prendi la mia anima e falla volare,
annienta i miei sensi.
Se puoi, se vuoi, fammi tua,
ancora una volta,
anche se non c’è un senso,
anche se questo non porta a niente di più,
ma amami!
E se mai ci fosse anche il tuo cuore,
sarebbe bellissimo,
sarebbe amore…ma non importa,
mi basta così..Amami!

Amami…!

Amami, se puoi,
amami con passione, con dolcezza, con fantasia.
Amami, fallo adesso,
non importa il come, il dove,
qui va bene,comunque…
sazia la voglia che ho di te,
placa la mia ansia,
prendi la mia anima e falla volare,
annienta i miei sensi.
Se puoi, se vuoi, fammi tua,
ancora una volta,
anche se non c’è un senso,
anche se questo non porta a niente di più,
ma amami!
E se mai ci fosse anche il tuo cuore,
sarebbe bellissimo,
sarebbe amore…ma non importa,
mi basta così..Amami!

In viaggio dentro me… “niente succede per caso”

ecco qua, iniziamo a dar fiato ai miei pensieri…
il titolo racchiude l’essenza di me, di questa nuova persona che è rinata esattamente 6 mesi fa, la mia età anagrafica poco c’entra con tutto il resto, non ho certo 6 mesi, ma la mia vita ha avuto una nuova partenza.
Tutto è iniziato con un grande spavento, la fottuta paura che mi rimanesse poco tempo per vivere, fortunatamente solo paura… ma in quei momenti mi è passata davanti agli occhi tutta la mia vita, in quei giorni sono ripartita dagli anni della scuola fino ad oggi, ecco ho trovato tante cose belle, ma anche tante cose che non mi andavano, per le quali mi sono chiesta perchè, e per alcune me lo chiedo ancora oggi; scelte, comportamenti , sensazioni, azioni, insomma la ricerca del tutto e il suo contrario… io sono sempre stata convinta che niente succede per caso, tutto ha un senso, basta cercarlo, poi che questo senso sia giusto o meno, è un altro discorso, ma è così… e allora ricominciamo da capo, visto che sono viva e vegeta, in buona salute, ancora giovane, cerchiamo di fare pulizia di tutto quello che non va, mi sono detta, iniziamo a fare le cose che mi piacciono e prendiamo la vita per quello che è, e non per quello che nell’immaginario di tutti dovrebbe essere; infondo sono sempre stata una che non amava le masse, non seguiva le mode, anche se poi mi sono uniformata alle masse, ho seguito le mode e come un pesce mi sono lasciata trasportare dalla corrente delle idee di tutti .. tranne che dalle mie..o meglio molto spesso mi sono convinta che le idee degli altri fossero le mie e così mi sono ritrovata a vivere la vita come volevano le persone che mi circondano, che frequento che conosco, insomma una vita che non è mia che non riconosco come tale e che pian piano dovrà pur cambiare.
Quante cose ho rivissuto e rivalutato, e questa volta mi sono data un giudizio a voce alta, una considerazione vera, quella che si dice con il cuore e che anche se fa male è quella, senza nascondersi dietro ai se e ai ma… quella che a volte ti fa sputare odio verso le persone care, ma è così, cavolo, IO LA PENSO COSI’, il resto … chissenefrega…
Chiamiamolo coraggio, chiamiamolo delirio… non so… ma questo è quello che la nuova me sta facendo da un po’… e come cambiano le cose se ci togli le giustificazioni…tutto un altro scenario, tutta un’altra storia… anche una sola frase, anche un piccolo gesto, ti condizionano la vita e la possono cambiare, quando non reagisci, quando non ti imponi, quando pensi con la testa degli altri e non con la tua….vigliaccheria, immaturità,scelte di comodo…. un torpore nel quale ho vissuto molto tempo, sicuramente troppo e dal quale mi voglio risvegliare… del tutto completamente… riprendermi la vita e ricominciare…
Certo non è che in un giorno puoi essere completamente diversa.. no, questo no, ma la trasformazione è lenta, parte dalle piccole cose apparentemente banali, ma segno evidente di una trasformazione mentale,il lavoro è duro e sicuramente lungo, ma i primi risultati si vedono si sentono e sono quelli più gratificanti…
Pensate, per anni sono andata in giro sempre vestita in Jeans informi, (ma tanto comodi e anche di una taglia sopra, magari), con maglie finite nell’armadio quasi per caso (tanto per lavorare), scarpe da ginnastica (carine, pratiche ) insomma la mattina ci mettevo un secondo a vestirmi, nemmeno mi guardavo allo specchio ed ero pronta pe andare in ufficio (impiegata) sempre attenta a non arrivare tardi, magari vestita come per passare la domenica sul divano, però in orario…e poi eccoti che arriva l’impiegata di un cliente che ha la mia età tutta bella carina, il pantalone giusto, la maglietta fichettina, scarpa con il tacco, anelli collane.. filo di trucco, ed io che mi ritrovo a guardarla e a pensare ” mi piacerebbe essere carina come lei, ho anc’io un paio di pantaloni come i suoi, potrei metterli e quelle scarpe.. veramente belline…” e poi mi dicevo ” ma si, per venire in studio, ma chi ti deve vedere? ma tanto a che ti serve?…”
ecco da 6 mesi ho trovato una risposta a questa domanda… mi serve, eccome se mi serve..mi fa sentire bene, bene con me stessa che mi guardo allo specchio e mi piaccio, vengono i clienti e mi sento all’altezza della situazione e non la piccola fiammiferaia, e allora da 6 mesi mi vesto carinamente, mi trucco, metto le collane, gli orecchini,le scarpe con i tacchi.. insomma tutte le belle cose nascoste infondo ai cassetti le ho tirate fuori, rispolverate e iniziate ad usare…. certo in estate è anche più facile, ma non ho nessuna intenzione di rinunciarci con l’inverno…
Bene questa è stata la prima cosa che è cambiata, forse la più facile, ma è dalle cose semplici che si inizia e poi si prende il coraggio delle propie azioni…